Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Ero in stazione e pensavo alla Storia

Tempo di lettura: 3 minuti

La Storia è travisata, non si è mai proposta di riportare l’esperienza degli uomini, poiché essa è effettivamente incomunicabile.

La Storia è il portatore che riordina frammenti di vasi infranti per comporre nuove sculture, sicché tutti gli umani, voltandosi, godendo dell’estetica di un lungo corridoio decorato, possano figurarsene uno di forma simile quando, procedendo nel buio, si troveranno a percorrere il corridoio futuro. Basterebbe avvicinarsi agli idoli per notarne le crepe, le irregolarità, l’oblio che celano all’interno.

Lo Storico non mente, è necessario all’umanità ed è vocazione di ognuno, in misura maggiore o minore: creare vasi unici (infiniti) che non dureranno più d’un instante;
Per il passato siamo maestri del kintsugi, per il presente vasai, per il futuro scultori.

-Lorenzo

1 comment / Add your comment below

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *